Lo studio.

Ambienti sicuri per gli operatori e per i pazienti.

La sicurezza è alla base dell'attività lavorativa all'interno dello studio per la tutela sia degli operatori che dei pazienti.

In particolare:

  • tutte le apparecchiature, sono marchiate CEE;
  • l'impianto elettrico risponde alle ultime normative in vigore, è certificato da professionisti abilitati e verificato periodicamente da un ingegnere e da ditta specializzata;
  • gli apparecchi radiografici sono verificati periodicamente da personale qualificato al fine di accertarne il buon funzionamento e l'assenza di dispersioni di radiazioni;
  • è redatto un piano antincendio con indicazione delle vie di fuga e le localizzazioni degli estintori.


Igiene, disinfezione e sterilizzazione.



La nostra struttura applica un rigido protocollo di igienizzazione e sterilizzazione per la sicurezza nostra e dei nostri pazienti

  • Depurazione dell'acqua alle poltrone. L'acqua del sistema idrico delle poltrone, che entra in contatto con le mucose del paziente, viene trattata con sistema di depurazione ad osmosi inversa dell'ultima generazione(2008), quindi disinfettata attraverso con un apparecchio ad ultravioletti e, attraverso una “conduttura medicale” dedicata, arriva al bicchiere del paziente e agli strumenti del riunito.
  • Aria compressa. Anche l'aria essiccata e depurata arriva , da un compressore medicale dell'ultima generazione (2008), attraverso una conduttura dedicata, agli strumenti del riunito.
  • Protezione e disinfezione delle superfici di lavoro*. Tutte le superfici degli ambienti operativi vengono trattate dopo ogni intervento con idonei disinfettanti (ipoclorito, clorexidina, gluteraldeide, ecc.). Ad ogni paziente che si sottopone ad una seduta (compresa una visita di controllo) viene sostituita integralmente la a pellicola trasparente che avvolge le parti del riunito che vengono a contatto con il paziente e con il dentista.
    Tutto ciò a scongiurare la trasmissione di infezioni tra un paziente e l'altro ( “infezioni crociate” ).
  • Rifiuti speciali. Sono i rifiuti che residuano dagli interventi odontoiatrici(garze, aghi, lame di bisturi ,ecc.).
    Lo smaltimento di questi materiali è demandato ad una ditta autorizzata.
  • Percorso di sterilizzazione degli strumenti. Tutti gli strumenti, dopo l'uso sul paziente, vengono immersi in un liquido disinfettante speciale contenuto in una lavastrumenti ad ultrasuoni per ripulirli dai residui di cemento e di materiale organico spesso non visibile ad occhio nudo. Al termine del ciclo vengono lavati nel “Termodisinfettore” (MIELE), asciugati, imbustati e , in base al tipo dello strumento , sterilizzati con l'apposita autoclave (Melag 40 classe B- ultima generazione 2008 - o Melag 30 Steridres). In questo modo tutti gli strumenti conserveranno la sterilità assoluta fino al momento dell'uso.
  • Sterilizzazione con autoclave. L'apparecchiatura che consente di sterilizzare con vapore sotto pressione da 1 a 2 atmosfere a 135° C , si chiama autoclave. E' il sistema più sicuro, rapido e non inquinante per sterilizzare a disposizione dello studio odontoiatrico.


Le sale operative.

Ogni sala operativa, corredata dalle confortevoli poltrone statunitensi “ADEC” è dedicata ad una particolare disciplina:


La reception, la segreteria e la sala d'attesa.

Questi ambienti garantiscono, oltre il giusto comfort, l'assoluta riservatezza nelle operazioni di registrazione dei dati clinici Amministrativi.